Mediaworld, maxi saccheggio notturno a Modena

di Stefano Totaro

Nel mirino solo l’area Apple dove la banda di ladri ha riempito quattro borsoni con pc, iPhone e iPad. Bottino ingente

MODENA. Non hanno avuto bisogno del volantino per fare acquisti e non si sono nemmeno persi nel cercare quale marca soddisfacesse al meglio i loro desideri e le loro esigenze: volevano “la mela” e se la sono presa, con tutto l’albero. In due minuti, tanto è durato il loro colpo, quattro ladri incappucciati sono entrati all'interno del Grandemilia facendosi un varco all’ingresso lato edicola, poi hanno preso di mira il Mediaworld e si sono dari allo shopping. Quattro borsoni pieni zeppi di computer, cellulari e tablet rigorosamente Apple sono stati portati all'esterno e quello che non stava più dentro ai loro appositi contenitori è stato portato via a mano, sottobraccio confidando, si sa, sulla speciale sottigliezza di questi super apparecchi elettronici. Un bottino di parecchie migliaia d’euro: ora è aperta la caccia ai quattro ladri che, considerando la velocità e la precisione con cui hanno portato a termine il loro colpo, sono sicuramente professionisti del furto.

Il maxi saccheggio è andato in scena verso le 4, durante la notte tra domenica e lunedì. a quell’ora infatti è scattato l’allarme effrazione che segnalava che qualcosa stava accadendo all'esterno del l’ipermercato alla Bruciata, nella zona dell’ingresso dove c’è l’edicola, quello inoltre dove, appena entrati, si trova sulla sinistra lo sportello di una banca.



I malviventi, risultati poi essere un gruppetto di quattro persone ben incappucciate grazie ai filmate delle videocamere dell’ipermercato, hanno attaccato il Grandemilia da quell’ingresso, un ingresso che è protetto con dei fittoni, dei paletti-ringhiere rettangolari antisfondamento per evitare le auto o i furgoni utilizzati come ariete, dopo un assalto andato a segno alcuni anni fa dall’ingresso lato farmacia.

I banditi non hanno avuto bisogno di particolari sfondamenti, sono andati “sul classico”: hanno forzato la porta scorrevole, quella più vicina all’edicola e poi con una smerigliatrice hanno tagliato la serrando di protezione. Una volta creato un varco i quattro hanno attraversato tutto il corridoio poi si sono trovati il Mediaworld sulla sinistra.

Anche qui hanno usato tecniche tradizionali: quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto hanno trovato per terra, fuori dai perni di ancoraggio, due grossi lucchetti della serranda che blinda l’accesso al Mediaworld. Una volta sollevata la serranda dunque hanno puntato esclusivamente ai pezzi più costosi e pregiati, ovvero quelli della Apple.

Quattro borsoni pieni zeppi di pc della Apple, di iPhone, iPad, iPod e quant’altro che avesse a che fare con “la mela”, il tutto arraffato con foga da black friday dai banchi espositori e anche dagli armadietti dove sono stoccati i prodotti per la vendita immediata. Quattro borsoni pieni che sono stati trascinati sino all’uscita. Dopodiché la fuga, senza essere né visti né intercettati. Il bottino, come detto, è ingente, parecchie migliaia d’euro anche se è ancora da quantificare con precisione.